il-grande-ricattatore_imagelarge

Il 7 luglio, in occasione del voto finale alla Camera, manifestazioni a Roma (P.Montecitorio, ore 16) e in altre città. 

E da settembre ogni scuola, ogni Collegio docenti e Consiglio di istituto siano una barricata contro l’applicazione della legge. 

Dopo che al Senato il ducetto Renzi ha imposto la “fiducia” sul Ddl-cattiva scuola, la legge passa il 7 luglio alla Camera per il voto definitivo, il cui esito è purtroppo scontato, vista la maggioranza schiacciante che il PD ha in quel ramo del Parlamento. Pur tuttavia il movimento contro la cattiva scuola governativa non va in vacanza e prosegue la sua lotta, manifestando a Roma a Montecitorio in quella giornata e fino al voto conclusivo. Analoghe iniziative si terranno in altre città, in contemporanea con quella romana, nella ferma e corale convinzione che seppure Renzi, nella sua guerra totale contro il popolo della scuola pubblica, ha vinto la prima battaglia, lo scontro continuerà in forme rinnovate, diffuse e profonde a settembre, facendo pagare assai cara a Renzi e al governo la loro prima e provvisoria vittoria.

Continua
25-giugno-roma_large

E della sedicente “opposizione” interna che vota a favore della fiducia o vigliaccamente esce dall’Aula
Ma come successe al proverbiale re dell’Epiro, lui e il suo PD pagheranno amaramente gli effetti della corale indignazione del mondo della scuola.
In vista per loro batoste elettorali ancora più forti, mentre a settembre ogni scuola sarà una barricata contro il Ddl.
La mobilitazione non va in vacanza: proteste nei prossimi giorni in tante città e il 7 luglio, in occasione del voto finale alla Camera, manifestazione a Roma P.Montecitorio, ore 17.00

Continua
images

Ancora una volta le “opposizioni” interne al PD accetteranno il ricatto? 

L’indignazione della scuola è al massimo: anche il 24 e il 25 in piazza in tutta Italia; a Roma oggi presidio davanti al Senato (P. Cinque lune, ore 17); e domani corteo da P. Bocca della Verità (ore 17) a Campo de’ Fiori. Ma se l’ignobile Ddl verrà approvato, provocherà una “guerriglia vietnamita” nelle scuole   

Renzi ha fugato gli ultimi dubbi, riconfermandosi nella sua versione più autentica di ducetto indifferente ad ogni opposizione e dissenso, fossero pure oceanici.

Continua
tendaFROSINONE2

Ai lavoratori ex Multiservizi viene riconosciuto dal Giudice del Tribunale di Frosinone le istanze per le quali sono in lotta da due anni. Ai primi 29 seguiranno, probabilmente altri 80. 

Uno schiaffo alla privatizzazione dei servizi e alle logiche delle spartizioni oggi clamorosamente evidente anche grazie a "mafia-capitale". 

Ringraziando tutti coloro che ci sono stati vicini, la lotta continua con più convinzione fino al rientro sul posto di lavoro di tutti gli esclusi e alla gestione pubblica dei servizi.

Continua
No Ombrina

La protesta contro la " petrolizzazione dell'Adriatico-progetto Ombrina Mare & altri" ha invaso Lanciano , che a malapena è riuscita a contenere la marea umana costituita in gran parte dalle popolazioni abruzzesi delle 4 province e dalle numerose delegazioni provenienti soprattutto dalla Basilicata, Puglia, Campania, ma anche dalla Lombardia, Lazio, Marche, Sicilia, Veneto.  

Continua
15482_10205302317987180_8343697676255519892_n-520x245

I lavoratori della formazione in Sicilia sono, anzi erano, 8000, impiegati in servizi e interventi formativi, nei corsi di completamento dell'obbligo scolastico (un tempo denominati Oif).

Continua

IN EVIDENZA

 Anche l'USB aderisce all'accordo del 10 gennaio 2014   

Apprendiamo, senza alcuno stupore, che il Consiglio nazionale dell’USB“a fronte della sentenza emessa dal Tribunale di Roma che ha rigettato il ricorso legale nei confronti dell'accordo del 10 gennaio 2014 sottoscritto da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria e prendendo atto della pressante richiesta di migliaia di lavoratori, iscritti e delegati sindacali USB di non abbandonare il presidio sindacale nelle fabbriche e nei posti di lavoro, è costretto a dare formale adesione all'accordo del 10 gennaio”.

Continua
Azimut_medium

Con il 5 x MILLE sottoscrivendo l'apposita casella nel 730
o Unico e indicando il Codice Fiscale dell'associazione - 97342300585

Definitivo azimut2015-2.pdf 1,40 MB

Continua
1430822614-1430822177-sc10

Le foto di Bologna, Trieste, Torino, Firenze, Palermo sul sito dei Cobas Scuola

Continua

MANIFESTI