Manifestazione-Cobas-5-Maggio-2015-Napoli-Sciopero-Generale-della-Scuola_imagelarge

Si ripete nelle scuole l’assurdo rito Invalsi. Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti delle elementari per boicottare i quiz. Ricordiamo ai presidi e alla Cisl che sostituire i docenti in sciopero è azione antisindacale illegale e che i responsabili verranno denunciati.

Il 12 maggio sciopero generale della scuola contro la legge 107, i quiz Invalsi e in difesa dei precari, con manifestazioni provinciali (a Roma, MIUR, V.le Trastevere, ore 10). Cgil, Cisl, Uil e Snals respingono il nostro invito a non dividere la categoria e piazzano uno sciopero 8 giorni dopo il nostro

 

Continua

Appuntamento a Roma, MIUR, V.le Trastevere, ore 10.

Sciopero-COBAS_imagelarge

Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti delle elementari contro i quiz. Anche Cgil, Cisl, Uil e Snals oggi hanno convocato uno sciopero, ma piazzandolo dieci giorni dopo il nostro. Perché non il 12 insieme, come proponiamo da mesi?

Continua
cobas-scuola

Il 4 e 5 maggio sciopero dei docenti (in Sardegna anche degli Ata) della primaria per boicottare i quiz.

E’ partita la raccolta firme per i Referendum sociali contro la legge 107 e la cattiva scuola di Renzi, contro gli inceneritori e le trivelle, per i Beni comuni.

Gli effetti nefasti della legge 107 sono oramai evidenti. La volontà sfacciata di edificare una scuola gerarchizzata sul modello renziano di società (“un uomo solo al comando di strutture aziendali a caccia di profitti economici”), guidata da presidi-padroni e con docenti ridotti a “tuttofare”  minacciati di licenziamento, riduzioni salariali, trasferimenti, sta creando il caos in strutture già prostrate da più di due decenni di tagli al personale e ai finanziamenti.

Continua
FotoModuliReferendumSociali_finale

Sabato e domenica banchetti in tutta Italia

su scuola,trivelle, inceneritori e beni comuni

Sabato 9 aprile conferenza stampa a Roma,

Via del Corso/Largo Goldoni ore 11:00

 

 

Quattro quesiti referendari contro la "cattiva scuola" del governo Renzi, due per salvare l'ambiente da trivelle e inceneritori e una petizione popolare per ritirare il decreto Madia, che prova di nuovo a privatizzare i servizi pubblici, nonostante l'esito del referendum 2011. Sono questi i temi su cui il movimento per la scuola, quello per l'acqua pubblica, la campagna contro le devastazioni ambientali e le trivellazioni e quello contro il piano nazionale inceneritori chiedono di dare la parola agli italiani.

Continua
referendum-sociali

E’ partita la stagione dei referendum sociali, scuola pubblica, trivelle, inceneritori, acqua, beni comuni: in campo una grande alleanza sociale antiliberista. 

Consegnati oggi i 4 quesiti della scuola contro la legge 107 e il quesito per Trivelle Zero. La raccolta firme inizierà il 9 aprile. 

E’ partita questa mattina, con la consegna dei quesiti del movimento in difesa della scuola pubblica contro la legge 107 e la cattiva scuola di Renzi, e di quello del movimento Trivelle Zero, una inedita, complessa ma anche esaltante campagna referendaria su un vasto arco di tematiche sociali antiliberiste, fondata non su partiti o strutture istituzionali ma su una grande alleanza di movimenti, organizzazioni e reti sociali. Nei prossimi giorni si aggiungerà la consegna, da parte delle reti Rifiuti Zero, di un quesito contro gli inceneritori e si cercherà l’intesa per i quesiti-lavoro contro il Jobs Act, il massacro dell’art.18 e il precariato, in difesa dei lavoratori/trici “stabili” e precari.

Continua

Il 5 aprile è stato siglato il nuovo accordo tra Aran e sindacati che riduce i comparti delle pubbliche amministrazioni da 11 a 4, accorpandoli in Funzioni centrali (Ministeri, Agenzie Fiscali, Enti Previdenziali, Enti pubblici non economici),  Funzioni locali (Regioni ed Enti Locali), Sanità (Aziende sanitarie ed ospedali), Istruzione e Ricerca (Scuola, Università e Ricerca).

Continua
5xmille

Dai un contributo alle attività
sociali, culturali e internazionali
dei Cobas.
La tua quota servirà a finanziare i
progetti che ti presentiamo.

Continua

Roma, Sala Convegni CESP, Viale Manzoni  55 ( Metro A Fermata Manzoni)

I docenti Fase C si sono dati appuntamento per fare il punto sulla situazione organizzativa del “potenziamento”  nelle scuole (a 5 mesi dalle immissioni in ruolo) e sulla  questione della mobilità  in vista dei prossimi trasferimenti.

Continua

La battaglia dei lavoratori del Comune di Bologna, è la battaglia di tutti !

Continua

LAVORARE MENO LAVORARE TUTTI !!

Continua
precari1

LA SEZIONE LAVORODELLA CORTE D’APPELLO DI FIRENZE E IL GIUDICE DEL LAVORO DI LUCCA ACCOLGONO  I RICORSI ORGANIZZATI DAI COBAS  

 La Corte d’Appello di Firenze nella seduta del 12.11.2015, con sentenza 757/2015, ha accolto il ricorso di 12 docenti precari livornesi (ora entrati in ruolo) che nel 2011  ricorsero al giudice del lavoro di Livorno ed ottennero in primo grado una sentenza positiva, nei confronti della  quale l’amministrazione ricorse in appello.

Continua
LE RIFORME del governo RENZI

Il governo Renzi si è assunto il compito di ridisegnare l’architettura Costituzionale e Istituzionale del Paese per renderlo più funzionale alle esigenze del capitalismo europeo e internazionale (adottando come linea-guida il Memorandum Trichet-Draghi del 2011).

Continua
images 1

PER IL LAVORO SVOLTO DA PRECARI,  IL DIRITTO AGLI ARRETRATI E AD UNA INDENNITÀ DI OTTO MENSILITÀ PER IL DANNO SUBITO

IL GIUDICE DEL LAVORO DI PISTOIA ACCOGLIE IL RICORSO

ORGANIZZATO DAI COBAS  

Continua

Quesito n. 1 - Abrogazione di norme sul potere discrezionale del dirigente scolastico

di scegliere e di confermare i docenti nella sede.

I comma da abrogare integralmente sono riportati di seguito con la sottolineatura .

Continua
tel_viola

Dietro ogni " scemo" c'è un villaggio

Intervista ad Anna Grazia Stammati

Presidente del Telefono Viola

Nel 1978 la legge Basaglia impose la chiusura dei manicomi e regolamentò il Trattamento sanitario obbligatorio.

Continua

MANIFESTI