Conclusioni Cancun

Conclusioni

Consideriamo molto interessante l’ipotesi della campagna contro le basi militari che contribuisce a rilanciare il movimento contro la guerra, che si sta sviluppando all’interno della rete internazionale formatasi dopo Giakarta e che sembra attestarsi su posizioni più avanzate rispetto a quelle italiane in genere.

La complessiva accoglienza nei nostri confronti è stata positiva, le nostre proposte di integrazione dell’agenda mondiale di mobilitazioni sono state accettate (4 ottobre e 1 dicembre giornata mondiale contro la privatizzazione della salute). Inoltre siamo entrati in contatto con strutture sindacali con cui varrebbe la pena di approfondire la relazione; difficilmente saranno molto simili ai Cobas, è sufficiente che siano su posizioni per noi accettabili, in modo da consentirci una serie di contatti con reti internazionali con cui poter costruire percorsi comuni anche di visibilità, visto che in caso contrario l’unico riferimento italiano conosciuto rimane la Cgil con le difficoltà che ne conseguono.

A nostro giudizio la “commissione internazionale” dei Cobas dovrebbe:

  • lavorare su questo aspetto dei collegamenti, al fine di costruire una possibile rete di alleanze stabile
  • strutturare una sorta di segreteria operativa che prepari gli eventuali viaggi, organizzi incontri quando necessario e curi aspetti logistici (questi sono in realtà molto importanti, per fare un esempio la nostra residenza era capitata in una zona dove se non ci fossimo riusciti a procurarci fortunosamente un accredito ufficiale saremmo stati quasi impossibilitati a seguire le attività, visto che eravamo chiusi tra la zona rossa da un lato e il blocco principale dall’altro)
  • curare con sistematicità la diffusione all’esterno del nostro punto di vista in relazione agli eventi internazionali
  • ragionare sull’ipotesi di rilanciare la nostra ONLUS, cominciando ad utilizzarla per le nostre attività.

A cura della Commissione Internazionale della Confederazione Cobas

Alessandro Palmi – Nicola Delussu

18 OTTOBRE  2013  SCIOPERO GENERALE

MANIFESTAZIONE  A ROMA

ore 10 da P.za Repubblica-P.za S.Giovanni

  PER  TUTTI/E

LAVORO, REDDITO , PENSIONE

CASA , SCUOLA, SALUTE , BENI  COMUNI

DIRITTI E  DEMOCRAZIA PARTECIPATA

 

CONTRO LE POLITICHE DI

AUSTERITA’, PRECARIETA’ , POVERTA’,

PRIVATIZZAZIONI E  DISOCCUPAZIONE

E CONTRO IL GOVERNO PD-PDL CHE LE IMPONE

 

RIBELLARSI  E'  GIUSTO ED INDISPENSABILE !

 

Invitiamo tutti/e a partecipare anche 

ALLE MANIFESTAZIONI LOCALI DEL 12 OTTOBRE IN DIFESA DEI BENI COMUNI E CONTRO LE “GRANDI OPERE”

 ALLA MANIFESTAZIONE  NAZIONALE A ROMA  DEL 19 OTTOBRE (ore 14  P.za S.Giovanni - Porta Pia) INDETTA DAI MOVIMENTI PER L'ABITARE

Il pomeriggio-notte del 18 ottobre,  e fino alla partenza del corteo del 19, “accampata” in P.za S.Giovanni, interventi dal palco, dibattiti nella piazza, concerto, teatro, cucina

 

CONFEDERAZIONE   COBAS

MANIFESTI