Documenti e iniziative

Cordoglio per le compagne kurde assassinate

La Confederazione Cobas esprime al Partito dei lavoratori del popolo Kurdo
(PKK) e all’intera Comunita Kurda il cordoglio e la vicinanza per le 3 compagne
assassinate a Parigi.
In questo momento triste ci stringiamo solidali alla resistenza kurda per
superare qualsiasi difficoltà, come del resto sta  facendo il meraviglioso
popolo kurdo nella propria terra e ovunque nel mondo.
Non ci vuole una grande scienza politica nell’individuare il governo turco
quale responsabile di questo massacro, per le innumerevoli sofferenze procurate
al popolo kurdo e per l’ostinazione a ritardare al più lungo possibile il
percorso di pace invocato da Ocalan,da 13 anni prigioniero.

SINALTRAINAL

sinaltrainal_jpgsliryl

COLOMBIA i 30 anni del SINALTRAINAL contro NESTLE' e COCA COLA
www.sinaltrainal.org

Saluto dei Cobas ( ita )
Saluto dei Cobas (esp)

Italia condannata dalla Corte Ue per i respingimenti in Libia.

libici

La Corte europea dei diritti umani di Strasburgo ha condannato l'Italia per i respingimenti verso la Libia. Nel cosiddetto caso Hirsi, che riguardava 24 persone nel 2009, non è stato in particolare rispettato l'articolo 3 della Convenzione sui diritti umani, quello sui trattamenti degradanti e la tortura.
.Si tratta della più importante sentenza della Corte di Strasburgo riguardante i respingimenti attuati dall'Italia verso la Libia, a seguito degli accordi bilaterali e del trattato di amicizia italo-libico siglati dal precedente Governo Berlusconi. «Sarà una sentenza storica», aveva spiegato prima del verdetto Christopher Hein, direttore del Consiglio Italiano per i Rifugiati . «Potrebbe vietare in modo definitivo e inderogabile le operazioni di respingimento di migranti intercettati o soccorsi anche in acque internazionali. La pronuncia della Corte marcherà un principio fondamentale di cui anche l'attuale Governo non potrà non tenere conto nel rinegoziare gli accordi di cooperazione con il Governo di Transizione Libico».

COLOMBIA : 14/02 L’ENEL PREPARA IL MASSACRO

huila

ENEL : GIU’ LE MANI DALLA COLOMBIA

A ROMA PROTESTA DAVANTI SEDE ENEL

GIOVEDI' 16/ 2 , h 15, v.le R.Margherita 125

 Da un lato ci sono centinaia di persone, pescatori, costruttori, braccianti, contadini e mezzadri, accampati lungo il fiume. Dall’altro buldozer, scavatrici, luci che illuminano a giorno il cantiere degli italiani e degli spagnoli.

In mezzo esercito e ESMAD, i tristemente famosi squadroni antisommossa colombiani che dalla loro creazione ad oggi, hanno ucciso decine di presone reprimendo il dissenso.

In questi giorni l’epilogo del conflitto che vede contrapporsi da 4 anni da un lato la controllata ENEL – ENDESA e dall’altro le comunità residenti e resistenti che verranno sfollate per aprire spazio a un mega progetto idroelettrico.

Il Quimbo, questo è il nome della diga che le multinazionali italo spagnole pretendono costruire, è una gigantesca opera che inonderà 8.500 ettari delle terre agricole più fertili del paese, per produrre energia destinata all’esportazione e a coprire il fabisogno energetico interno, che si prevede incrementerà in maniera esponenziale con la conversione in atto del territorio colombiano in una enorme miniera a cielo aperto.

SOTTOSCRIZIONE PER LE POPOLAZIONI DEL KURDISTAN

La  Confederazione Cobas ha deciso di sostenere la campagna di aiuti alle popolazioni terremotate del Kurdistan, facendo appello all'intevento di solidarietà di tutte le sedi e alla sottoscrizione che coinvolga sia gli iscritti che la cittadinanza.

curdi

Estremi per i versamenti:

Conto corrente bancario intestato ad Associazione onlus “Verso il Kurdistan”

Istituto Bancario Intesa San Paolo – sede di Alessandria

Codice Iban: IT79 F030 6910 4001 0000 0402 675

Causale: pro terremotati in Kurdistan- contributo volontario

(l'esatta dicitura nella causale del versamento consente la detrazione fiscale)

FROM ITALY: JOINT CALL FOR A NATIONAL MOBILIZATION ON OCTOBER 15th IN ROME

15 ottobre 2011

 CALL OCTOBER 15th WILL BE AN EUROPEAN AND INTERNATIONAL ACTION DAY

“human beings before profits, we are not goods in the hands of politicians and bankers,

those who claim to govern us, do not represent us,

the alternative does exist and it is in our hands, real democracy now!"

 

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua