Firenze, Pisa e Toscana

Comune di Firenze

Becchi e bastonati due volte

Sabato 23 agosto ore 15.30 presidio presso l'Ikea di Pisa

Le lotte non vanno in ferie:

supporta   la   lotta   per la riassunzione dei facchini licenziati negli appalti IKEA

A maggio di quest’anno la cooperativa san Martinoha licenziato 24 lavoratoridel magazzino centrale diIKEA a Piacenza, tutti iscritti e delegatiS.I.Cobas, grazie ad un pretesto che ha permesso all’azienda di liberarsi dei principali protagonisti delle conquiste sindacali interne degli ultimi anni: una vera ritorsione!

Convegno 23 luglio 2014 - Residenze sanitarie per anziani: prospettive per il futuro

Presso il Centro Residenziale "Matteo Remaggi" via Tosco Romagnola 2280 - San Lorenzo alle Corti, Cascina (PI)

remaggi.pdf 70,99 kB

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Alle POSTE di Firenze: COLPIRNE UNO PER EDUCARNE 100?

poste

In poco più di un mese, il rappresentante RSU e RLS Edoardo Todaro, attivista Cobas con oltre 30 anni di servizio nel recapito, è stato oggetto di due contestazioni disciplinari.

La prima, pervenuta dopo oltre un mese dal fatto contestato, che ha poi portato alla multa di 4 ore di retribuzione, per non aver azzerato tutto il corriere giornaliero in carico, lasciando in ufficio alcuni plichi e corrispondenza (peraltro regolarmente consegnata il giorno successivo).

BASTA SFRUTTAMENTO E DISCRIMINAZIONI ALL'OMBRA DI IKEA

La lotta dei lavoratori della logistica ha assunto un ruolo di primo piano nel mondo del lavoro con picchetti,
scioperi e iniziative di lotta portate avanti per mesi, centinaia di denunce, arresti e il licenziamento dei
lavoratori iscritti ai cobas e protagonisti di iniziative finalizzate a conquistare condizioni di vita e di lavoro
dignitose, una paga oraria in linea con il contratto nazionale .
Le condizioni dei lavoratori alle dipendenze di cooperative e consorzi legati a Legacoop e appaltatrici dei servizi di Ikea sono disumane.

Supermercati PAM/PANORAMA della Toscana

Da alcuni giorni nei supermercati Panorama è partita la procedura per licenziare alcuni lavoratori/trici

Periodicamente nelle grandi catene commerciali vengono presentati piani di esuberi che ricevono l'assenso dei sindacati cgil cisl uil. Una situazione insostenibile perchè nel commercio ormai si lavora sette giorni su sette e perfino il 25 aprile e il 1 maggio a dimostrare che non sono i tagli a dovere essere operati ma assunzioni, trasformazioni dei contratti part time (sempre più numerosi) in contratti a tempo pieno

Cobas, Pcl e Rifondazione hanno deciso di sostenere la protesta dei lavoratori e delle lavoratrici Pam e Panorama con sciopero di due ore ai Gigli di Firenze distribuendo davanti ai supermercati della catena nella provincia di Lucca e Pisa il volantino allegato

1° maggio a Pisa

Lotta, conflitto e solidarietà attiva

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua