Roma e Lazio

MINISTERO della DIFESA

La situazione al CEPOLISPE  di Montelibretti (RM)

Il Comune di Roma chiude Il Grande Cocomero

Il Comune di Roma ha dato incarico alla Romeo Gestioni Spa di procedere per vie
legali contro Il Grande Cocomero.
Il Comune di Roma pretende il pagamento di un affitto mensile cui Il Grande
Cocomero non può fare fronte: 665 euro contro i 172 pagati finora, con un pregresso
di oltre 39.000 euro!!!!!!
Il Grande Cocomero si sostiene grazie all’impegno gratuito dei volontari e a piccole
donazioni.

15 Maggio a Roma continua la battaglia per la casa

roma15m

15 maggio,anche a Roma la giornata di lotta convocata  in risposta all'appello di mobilitazione europea lanciata dai madrileni. A Roma il tema è stato quello del diritto alla casa ,in continuità con la battaglia che i movimenti per il diritto all'abitare stanno portando avanti ormai da tempo, con decine di occupazioni e 2000 occupanti: lo " Tsunami Tour".

25 aprile 2013 a ROMA

LA CAMPAGNA ELETTORALE È TERMINATA! ORA CI RIPRENDIAMO LA SALUTE!!!

Il 26 Marzo presidiamo la prima riunione del neo eletto consiglio della Regione Lazio:

Siamo cittadini e cittadine, migranti, lavoratori e lavoratrici, studenti e studentesse, organizzazioni sindacali, realtà sociali.

Siamo qui per impedire che il sistema sanitario diventi un altro dei settori da tagliare e privatizzare in nome del pareggio di bilancio e delle spending review. Sono mesi che ci mobilitiamo negli ospedali, nelle università, nei territori e negli spazi sociali perché crediamo che un altro modello di sanità sia possibile e realizzabile. Il diritto alla salute, infatti, non può più essere garantito da logiche aziendalistiche e dinamiche economiche: il sistema dei ticket, il rischio chiusura di vari ospedali e consultori romani, i tagli ai servizi e ai posti letto, le interminabili liste di attesa, i licenziamenti, i lavori precari e sottopagati degli operatori della salute rappresentano solo alcune conseguenze delle politiche di gestione di un sistema che non è più in grado di garantire a tutti e tutte l’accesso gratuito a prevenzione, cura e riabilitazione e che rischia il collasso.

Riconquistiamoci la salute!

Il coordinamento operatori della salute nasce dall'unione delle lotte presenti negli ospedali e sul territorio della regione Lazio.

La sua aspirazione è quella di costruire un movimento in difesa della sanità pubblica, che, oltre a difendere, sappia anche reimmaginarsi un modello alternativo e una nuova concezione di salute includendo tutte le realtà che si muovono nei posti di lavoro, negli spazi sociali, nelle università e che sappia coinvolgere cittadini e cittadine.

Il diritto alla salute non può essere saccheggiato da leggi neoliberiste, dalle spending review  e devastato da politiche di privatizzazione, da tagli indiscriminati e licenziamenti.

PRIVATIZZARE L’AMA di Roma UN REGALO AI PRIVATI !!

Era nell’aria già da diverso tempo, ma ora sta diventando realtà:
l’amministrazione di Roma Capitale sta procedendo alla privatizzazione
del settore impiantistico di Ama S.p.A.. La scusa è che l’azienda sarebbe
impossibilitata ad accedere a nuovi finanziamenti, necessari per la
ristrutturazione e per la costruzione di nuovi impianti, atti a superare
l’emergenza rifiuti nella città di Roma.

QUESTI I NOSTRI OBIETTIVI PER CONQUISTARE LA SALUTE PUBBLICA:

-La sanità deve e può essere solo pubblica per garantire a tutti gratuitamente prevenzione, cura e riabilitazione. La modalità incestuosa del privato convenzionato, dove troppo spesso il pubblico stanzia risorse e il privato trae profitti, ha mostrato il suo vero obiettivo finendo per essere occasione di lucro sul bene comune salute. Vogliamo dunque con forza un sistema diverso, dove tutto il privato convenzionato sia riconvertito e gestito direttamente, in maniera trasparente dal SSN, senza finanziare con soldi pubblici imprenditori e chiesa.

SALUTE = DIRITTO … SANITA’ = BENE COMUNE!

SALUTE = DIRITTO … SANITA’ = BENE COMUNE!

E’ difficile da credere….ma le condizioni di molte aziende e servizi territoriali…sono quasi più tragiche delle nostre! Il commissario straordinario della sanità di una regione e di un governo dimissionario inciucia con numeri e statistiche per TAGLIARE E CHIUDERE..ignorando e fregandosene TOTALMENTE dei bisogni degli utenti e delle risposte di salute in una sanità distrutta dagli interessi privati, politici e clientelari!

GIA’ DA MOLTO TEMPO AVREMMO DOVUTO ATTIVARE MOMENTI DI LOTTA E DI MOBILITAZIONE PER IMPEDIRE QUESTO COSTANTE LOGORIO DEL SISTEMA SANITARIO PUBBLICO...E QUELLO CHE DA GIORNI E MESI STA SUCCEDENDO IN MOLTE AZIENDE E CLINICHE PRIVATE E’ IL DOVUTO CONTRIBUTO CHE COME LAVORATORI DELLA SALUTE DOBBIAMO DARE AI CITTADINI TUTTI PER DIFENDERE LA SALUTE ED IL NOSTRO DIRITTO AL LAVORO!

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua