Bologna ed Emilia Romagna

IL COBAS LAVORO PRIVATO ADERISCE ALLA MANIFESTAZIONE DI PIACENZA

SABATO 13 SETTEMBRE SI TERRÀ UNA MANIFESTAZIONE NAZIONALE A PIACENZA CON UNA PAROLA D'ORDINE : REINTEGRO DEI 24 FACCHINI LICENZIATI DALLA COOPERATIVA SAN MARTINO CHE OPERA NEI MAGAZZINI DI IKEA.

Dai Cobas Ferrovieri di Bologna

Travolti da un treno nel Nisseno, sulla linea che da Licata porta a Gela, Vincenzo
Riccobono, 54 anni, di Agrigento, Antonio La Porta, 55 anni, di Porto Empedocle (Ag),
Luigi Gazziano, 57 anni, di Aragona (Ag), son gli ultimi 3 ferrovieri di RFI che hanno
pagato con la vita il privilegio di lavorare nelle ferrovie più sicure del mondo.

Musei, dipendenti in lotta: "Pronti ai ricorsi"

http://bologna.repubblica.it/cronaca/2014/07/04/news/musei_i_dipendenti_in_lotta_pronti_ai_ricorsi-90652440/

Affollata assemblea al Baraccano contro l'appalto per la gestione dei servizi delle collezioni civiche. Lo storico dell'arte Riccomini: "La cultura come la scuola non si tocca"

In estate partiranno gli esposti alla Corte dei Conti. Per fermare il bando da tre milioni di euro, chiuso il 27 maggio scorso, che appalta all’esterno i servizi di biglietteria, custodia e didattica delle collezioni civiche. È la nuova azione annunciata dai lavoratori dell’Istituzione Bologna Musei, appoggiata da Cub-Cobas, dopo le mobilitazioni davanti al Comune, il flash mob in Certosa "Mi rivolto nella tomba", la petizione con oltre mille firme e uno sciopero. La protesta continua. Tra le richieste dei dipendenti comunali in agitazione, anche quella di un’istruttoria pubblica.
La contestazione al bando scuote da mesi il mondo culturale bolognese. Non a caso mercoledì sera, per l’assemblea indetta dai dipendenti, la sala del Baraccano era piena. Si è discusso di musei (e di come non cederli nella gestione ai privati) con Eugenio Riccomini, l’ex direttore della Gam Pier Giovanni Castagnoli, Maria Pia Guermandi di Italia Nostra, Jadranka Bentini, Raffaele Quattrone e Piergiovanni Alleva. Il più duro: «Sono appalti discutibili», ha fatto presente il giuslavorista puntando il dito soprattutto sul nodo dei lavoratori precari. "Il Comune fa presto: crea una istituzione, ci trasferisce dentro il personale e poi lo dà in appalto". I

LA CONFEDERAZIONE COBAS ESPRIME SOLIDARIETA’ ALLA LOTTA DEI FACCHINI

RIASSUMIAMO I LAVORATORI LICENZIATI SGB – appalto Granarolo

RITIRO DI TUTTE LE SOSPENSIONI dei 31 lavoratori

della Coop San Martino in appalto ad Ikea Piacenza

VENERDI’ 28 FEBBRAIO SCIOPERO DEL SETTORE DELLA LOGISTICA

COME COBAS BOLOGNA 

Parteciperemo allo sciopero della logistica per sostenere la piattaformasindacale messa in campo con lo sciopero del 15 marzo 2013 qui riassunta in sintesi:

-   Aumenti salariali uguali per tutti i livelli di 150€ mensili
-   Pagamento al 100% di tutti gli istituti contrattuali sulla base delle 168 ore mensili previste dal CCNL di categoria
-    Introduzione di garanzie, vincolanti per le committenti, in merito alla conservazione del posto di lavoro e dei livelli salariali maturati, in caso di cambio appalto
-    Riconoscimento del diritto alla piena retribuzione in caso di malattia e/o infortunio
-    Introduzione di un buono mensa giornaliero di 5,29 € giornalieri
-    Riconoscimento dei diritti sindacali dei lavoratori di scegliere liberamente la propria rappresentanza
-    Recupero delle differenze retributive pregresse maturate a seguito della violazione del CCNL di categoria.

Le mani sulla Sanità

GIOVEDI' 27 FEBBRAIO

ORE 19 

VIA CENTOTRECENTO 1/A BOLOGNA

aperitivo e raccolta fondi

per il documentario

Mani sulla Sanità

 

Si tenta di affossare la Sanità Pubblica in Emilia Romagna.

Pochi ne parlano e, in molti, lo ignorano.

Beviamo etico evitiamo Granarolo

Beviamo etico

evitiamo Granarolo

Campagna di consumo etico

per la riassunzione

dei lavoratori

ingiustamente licenziati

SABATO 1 FEBBRAIO la Confederazione Cobas parteciperà alla manifestazione di Bologna in Piazza Unità ore 15,00

In solidarietà alle lotte dei facchini della Granarolo a Cadriano (Bologna) che da luglio 2013 chiedono il rispetto degli accordi firmati anche con la Prefettura di Bologna per il reintegro di 51 lavoratori licenziati ingiustamente.

La Confederazione Cobas esprime solidarietà alle lotte dei facchini della Granarolo a Cadriano (Bologna)

993293_569778789727429_253918077_n

Da luglio 2013 chiedono il rispetto degli accordi firmati anche con la Prefettura di Bologna per il reintegro di 51 lavoratori licenziati ingiustamente.

La Confederazione Cobas nazionale continua ad esprimere la propria solidarietà alle lotte dei licenziati dalla Granarolo, licenziati dal consorzio SGB (appalto Granarolo /CTL e Cogefrin), dove lavoravano da 10 15 anni, che in questi giorni combattono l’ultima ed ennesima battaglia per il rispetto degli accordi presi con l’azienda Granarolo ed il Prefetto di Bologna nel luglio 2013 per la loro ricollocazione da attuarsi fra ottobre e novembre; fatto non ancora avvenuto.

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua