Iniziative

STOP ENEL

Mario Salvi

FIRMA

IL MARE NON SI VENDE !

Ombrina

La Confederazione Cobas  sostiene e partecipa alla manifestazione  indetta a Pescara per il giorno 13 Aprile contro il devastante progetto  “Ombrina Mare” – un petrolchimico off  shore  a pochi chilometri al largo  della “costa dei Trabocchi”-  momento qualificante della battaglia  per dare a questo Paese una prospettiva di futuro compatibile con l’ecosistema, senza il quale la vita stessa deperisce. La Confederazione Cobas ritiene, che la battaglia contro  il Piano di Trivellazioni stabilito dal Governo Monti  nell’ambito della “Strategia Energetica nazionale” (SEN)- in particolare attraverso la petrolizzazione del mare Adriatico- sia idealmente e fattivamente legata a quella del No TAV in Piemonte, del No Ponte e No Muos in Sicilia, dei “rifiuti zero” in tutta Italia, così come quella dei lavoratori ILVA di Taranto , che rifiutano il vecchio modello produttivista , per cui è accettabile ,tutto ciò che crea posti di lavoro,  anche se distrugge la vita.

Legge di Iniziativa Popolare Rifiuti Zero

cassazione_large

Il 27/3  è stata depositata in Corte di Cassazione la Legge di Iniziativa Popolare Rifiuti Zero da 14 cittadini,tra rappresentanti delle realtà sociali promotrici e coordinatori regionali della Campagna di raccolta firme.

SOLIDALI COI PERQUISITI - IL 30/3 SIAMO TUTTI NO MUOS

La Confederazione Cobas  è solidale con le/i perquisiti e denuncia in ogni sede questo ulteriore vigliacco atto intimidatorio , da parte di un governo dimissionario che opera in chiave autoritaria e questurina,ledendo i più elementari diritti costituzionali.Il governo Monti è l'ennesimo al servizio della superpotenza Usa , che utilizza il nostro Paese - nello specifico la terra siciliana- a suo arbitrio e piacimento; inutile osservare che in altri Paesi di lunga tradizione democratica, la sovranità popolare è rispettata e/o quantomeno i cittadini non vengono trattati da nemici.La Confederazione Cobas per ragioni etiche,antimilitariste,salutiste :- è contraria all'installazione della stazione radar Muos di Niscemi ;- sostiene le popolazioni e il coordinamento regionale che vi si oppongono ;- partecipa alla manifestazione del 30 marzo, facendo a sua volta appello ai lavoratori iscritti e non di fare il massimo possibile per prendere parte a questa importante giornata.
Roma 14.3.13                  Confederazione  Cobas

Basta con le prese in giro: il Muos non si deve costruire e le antenne NRTF si devono smantellare

Smilitarizziamo la riserva Sughereta (SIC) di Niscemi

no muos

Le recenti dichiarazioni concernenti l’incontro dell'11 marzo fra Governo e Regione siciliana sono alquanto inquietanti:

23 marzo la Val Susa chiama: manifestazione NO TAV Susa-Bussoleno

MANI_23_3-214x300
DIFENDI ILTUO FUTURO

23.03.2013

Partenza ore 14.00

Piazza d’Armi - Susa (TO)

Ancora una volta invitiamo tutti e tutte a manifestare contro questo scellerato progetto che con il passare del tempo, l’avanzata della crisi economica nazionale e internazionale, diviene sempre più inutile e insostenibile, non solo per il nostro territorio ma per tutto il Paese.
Su un punto vogliamo essere chiari, quest’opera, nonostante il battage pubblicitario che la circonda, fa sempre più acqua da tutti i punti di vista e sopratutto, man mano che si delineano le fantasiose tempistiche dei fan del tav, si conosce sempre più a fondo la reperibilità dei fondi per la sua realizzazione.

ASSEMBLEA

Sabato 16 marzo ore 10 a Roma

al Centro Congressi Cavour Via Cavour 50
le forze politiche, sindacali e di movimento che lo scorso 27 ottobre
hanno dato vita alla manifestazione del No Monti Day, organizzano un incontro
pubblico per discutere della costruzione di un movimento unitario contro la crisi
e contro le politiche di austerità, alla luce del quadro politico creatosi dopo le elezioni del 24 e 25 febbraio.

Da Taranto alla val di Susa

L'assemblea dal 1 al 3 marzo a Torino

PER UNA SOCIETA' DEI BENI COMUNI

Una giornata di dibattito sul libro di Piero Bernocchi
OLTRE IL CAPITALISMO
Discutendo di benicomunismo, per un’altra società.

Guarda gli interventi del Convegno

locandina WEB
Continua